Proposta FIRST CISL per salvare i risparmiatori delle 4 banche insolventi senza l'uso di fondi pubblici

Proposta FIRST CISL per salvare i risparmiatori delle 4 banche insolventi senza l'uso di fondi pubblici

La FIRST-CISL - dichiara il Segretario Generale Giulio Romani - propone che i detentori non professionali e non istituzionali di obbligazioni subordinate ed azioni di B.Etruria – B.Marche - CariChieti e CariFe diventino azionisti delle 4 “nuove Banche” nate il 23/11, acquisendo pertanto, giuridicamente, un diritto patrimoniale in proporzione all’ investimento ed in conformità al decreto che recepisce la Direttiva europea (Brrd).
Le 4 nuove banche provvederebbero poi a rimborsare i risparmiatori titolari del diritto iniziando dagli obbligazionisti fino agli azionisti, sulla base dei benefici derivanti sia da una riserva del 50% degli utili prodotti che dalle plusvalenze relative alla vendita delle stesse, oltre che dal maggior recupero dei crediti deteriorati delle “vecchie banche”.
Questa sarebbe una vera operazione di sistema responsabile e trasparente.

 

APPROFONDIMENTI
12/12/2015 ,Pubblicazioni
La proposta della First Cisl per salvare i clienti di banche insolventi
14/12/2015 ,Economia, mercati, finanza
Salvare i risparmiatori, non è un'utopia