Bper, eletta nuova segreteria della Sas di gruppo, Verrengia il segretario generale

Come si legge nei siti di First Cisl Bper Banca e di First Cisl Calabria, si è svolto a Roma il Consiglio direttivo First Cisl del gruppo Bper, convocato dalla segreteria nazionale per nominare il nuovo segretario responsabile e tutta la segreteria dopo la prematura scomparsa, nel dicembre scorso, di Tonino Usai, già segretario responsabile della Sas di Gruppo Bper, a cui è stato dedicato uno struggente ricordo.

Presenti il segretario generale nazionale Riccardo Colombani, il segretario nazionale con delega al gruppo Bper Mario Garcea, i segretari generali regionali dell’Emilia Romagna Sabrina Nanni, della Sardegna Sergio Mura, del Lazio Maria Veltri e Dina Signoriello, della Calabria Giovanni Gattuso, in rappresentanza dei principali territori dove opera il gruppo Bper.

A grandissima maggioranza Emilio Verrengia è stato eletto segretario generale. Insieme a lui è stato eletto, quale segretario generale aggiunto, Roberto Fiori, e confermati i segretari Franca Fancellu, Sabrina Schieri, Maurizio Davi, Antonio Masala e Giulio Olivieri.

Il segretario nazionale Colombani, ha brevemente illustrato la posizione della First Cisl sui principali temi del sistema del credito in Italia e su quanto il sindacato ed in particolare la First stanno facendo in questo contesto. Particolare attenzione è stata indirizzata al momento che vive il Gruppo Bper, anche alla luce dell’evoluzione dell’Ops di Intesa Sanpaolo su Ubi Banca, che vede il numero di sportelli acquistati da Bper, crescere da 400 a 533.

Il segretario eletto Emilio Verrengia, dopo i ringraziamenti, ha voluto trasmettere al Direttivo alcuni punti che riguardano le difficoltà di questa trasformazione del gruppo Bper, che necessiteranno di un sindacato forte come lo è stato in questi ultimi anni, per trattare lo sconvolgimento annunciato e la fusione delle banche piemontesi che entreranno a fine luglio in Bper Banca, e allo stesso modo di come ha voluto difendere i territori dalla perdita delle lavorazioni e dei posti di lavori in alcune parti di Italia. Di qui la proposta di confermare una segreteria che sia espressione dei principali territori italiani, basando la rappresentanza sugli iscritti e non solo sulla sede legale.

Come rilanciato anche dal quotidiano on line Catanzaro Informa, Verrengia ha infine ripreso il tema avviato dal segretario Colombani riguardo l’allargamento del Gruppo Bper, sottolineando che «noi dobbiamo essere inclusivi, fare in modo che i colleghi “ex Ubi e Intesa” si sentano da subito a casa loro, dobbiamo abbattere i muri che dividono per andare a costruire un Sindacato e un Azienda più forte nella quale lavorare».