Deutsche Bank-Commerzbank, via ufficiale alle trattative per la fusione

I board delle due banche tedesche hanno confermato che le discussioni su una possibile fusione sono iniziate. “In considerazione delle opportunità che si presentano, il consiglio di amministrazione di Deutsche Bank ha deciso di esaminare le opzioni strategiche” che comprendono “discussioni in corso con Commerzbank”, ha dichiarato in un comunicato la principale banca di Germania precisando inoltre che “non vi è alcuna garanzia che una transazione avverrà”. Le discussioni si terranno “in vista di una potenziale fusione”, ha detto dal canto suo Commerzbank.

Il governo di Berlino da tempo incoraggia le due banche a capire se ci sono le condizioni, in modo tale da creare un “campione nazionale” nei servizi finanziari per competere meglio sulla scena globale. Una settimana fa il ministro delle Finanze Olaf Scholz ha confermato che “ci sono colloqui” tra i due soggetti, con il governo che si propone come un “buon amico” in questa fase di discussione.

Le voci critiche nei confronti di un potenziale accordo sostengono lo stato di debolezza sia di Deutsche sia di Commerzbank sulla scia della crisi finanziaria, affermando che la combinazione di due imprese in difficoltà non ne produrrebbe una sana. Commerzbank è ancora in parte di proprietà dello stato tedesco, dopo che Berlino è dovuta intervenire in seguito all’acquisizione nel 2009 della tormentata Dresdner Bank, e sta ora attraversando una fase di dura ristrutturazione.